sabato 11 maggio 2013

[Recensione]- LA CATTEDRALE DEL MISTERO DI NURIA ESPONELLA' ovvero Il Respiro delle Mura

Dietro le mura si respira una polvere sottile, un misto di pietra e gesso. Dietro le mura ci sono rumori liquidi, c'è una penombra umida in cui palpita una vita segreta. Il confine tra il lecito e l'illecito spesso è molto labile, vincolato all'arcana legge del più forte. 
"Dietro le mura" (Rere els murs) è il titolo originale del romanzo di Nuria Esponellà, vincitrice del prestigioso premio Nestor Lujàn. Il libro viene proposto in Italia dalla casa editrice Tre60 (GEMS) con il titolo "La cattedrale del mistero. Il segreto della reliquia maledetta" (pagg. 405, euro 9,90, trad. Simone Bertelegni) e una copertina lucida e accattivante che subito ci trasporta nella cupa atmosfera medievale.
Siamo nel 1161, in Catalogna. L'abate del monastero di Sant Pere de Rodes, grazie a una generosa donazione, può finalmente intraprendere importanti lavori di restauro per rendere la chiesa abbaziale un monumento grandioso, che susciti devozione e ammirazione nei pellegrini. L'opera viene affidata al maestro Peire, eccellente artista, che giunge accompagnato dal suo seguito di aiutanti e assistenti ma, soprattutto, porta con sé la figlia Càndia, splendida fanciulla dagli occhi color carbone. Càndia conquista il cuore di Blai, orfano cresciuto al monastero e che si rivela dotato di un naturale talento per l'arte. Per avvicinare Càndia, Blai diventa apprendista del maestro Peire. Ma Càndia è promessa al figlio del visconte e questo rende impossibile il suo legame con un giovane orfano, che si scoprirà figlio bastardo di una coppia sacrilega.
Monastero di Sant Pere de Rodes by Matt Long (Landllopers)
La situazione precipita quando una sciagura si abbatte sul monastero: le reliquie di San Pietro vengono trafugate. Qualcuno deve recuperarle, e in fretta: le spoglie del santo nascondono un segreto che può incrinare il potere della Chiesa di Roma. Il compito viene affidato a Sebastià, ex cavaliere crociato, che ha cercato la redenzione dei propri peccati allevando l'orfano Blai e curando i pellegrini che giungono in visita al monastero. 
Sebastià, scortato dal figlioccio, intraprende la rischiosa missione, che lo costringerà a fare i conti con il proprio passato.
"La cattedrale del mistero" potrebbe sembrare, a una prima lettura, un avvincente thriller storico, ambientato in un'epoca di conflitti, violenze e contraddizioni. In realtà, dietro alla trama puramente "thriller", si cela una tessitura fine e complessa, nella quale vengono affrontati importanti temi storici e sociali: i dissidi tra potere spirituale e temporale, la lotta per la sopravvivenza, la feroce tassazione imposta ai contadini. Si tratta anche di un romanzo di formazione, da un certo punto di vista, perché proprio nell'avventuroso tentativo di recupero della reliquia, Blai accetta di confrontarsi con le proprie origini, di comprendere il senso del peccato e di misurarsi con il mondo. In altre parole, il protagonista raggiunge la sua maturità, diventa uomo.
Ma "La cattedrale del mistero" è soprattutto un romanzo sul valore immarcescibile dell'Arte. Perché se è vero che tutto passa e tutto si consuma, l'Arte rimane l'espressione più alta della natura umana, l'unica - forse - in grado di resistere alla furia degli elementi e alle sabbie del Tempo.
Núria Esponellà è insegnante e scrittrice. La cattedrale del mistero – Il segreto della reliquia maledetta è il suo primo libro pubblicato in Italia.

2 commenti:

  1. Anche questo mi sembra un bel libro, spero do trovarlo. La tua recensione è un invito alla lettura.
    Ciao, buona giornata.
    Antonella

    RispondiElimina
  2. @Antonella: è un bel libro, con una eccellente ricostruzione storica!

    RispondiElimina