mercoledì 3 ottobre 2012

[Segnalazione]- La biblioteca perduta dell'alchimista di Marcello Simoni. Da domani in libreria.

I fan  (moltissimi, a giudicare dalla pagina FB) sono in fibrillazione. Dopo il successo de "Il mercante di libri maledetti" domani 04 ottobre esce in tutte le librerie di Italia "La biblioteca perduta dell'alchimista", secondo episodio delle avventure del mercante Ignazio da Toledo. Un appuntamento da non perdere per chi ha apprezzato l'esordio esplosivo dello scrittore comacchiese, classe 1975, vincitore del 60° premio Bancarella.

Ecco la trama: È la primavera del 1227 e la regina di Castiglia è scomparsa in modo misterioso. Strane voci corrono per il regno e alcuni parlano di un intervento del Maligno. L’unico in grado di risolvere l’enigma è Ignazio da Toledo, grande conoscitore dei luoghi e delle genti grazie ai suoi numerosi viaggi tra Oriente e Occidente e alla sua capacità di risolvere arcani e antichi misteri. A Córdoba, dove Ignazio viene convocato, incontra un vecchio magister che gli parla di un libro che tutti stanno cercando e che potrebbe dargli indizi sull’accaduto. Ma il giorno dopo verrà trovato morto avvelenato. Le ricerche del mercante di reliquie partono subito fino al rinvenimento del mitico Turba philosophorum, un manoscritto attribuito a un discepolo di Pitagora, che conserva l’espediente alchemico più ambito al mondo: la formula per violare la natura degli elementi. L’incontro poi con una monaca e con un uomo considerato da tutti un posseduto, ma in verità affetto da saturnismo, indirizzeranno Ignazio verso il castello di Airagne e dal suo misterioso signore, il Conte di Nigredo. Qui è custodito un terribile segreto, ma non sarà facile mettersi in salvo dopo averlo scoperto…

Nessun commento:

Posta un commento