lunedì 25 aprile 2011

I Borgia, meglio dei Soprano


Mentre sono alle prese con la revisione del prossimo manoscritto, che si può considerare come il sequel de "L'arcano della Papessa", sempre ambientato nella Roma del XV secolo, ecco che i Borgia tornano alla ribalta con un serial tv, che si promette molto intrigante.
Con un titolo che recita "the original crime family" (qualcosa come "la prima famiglia mafiosa") sbarca sul piccolo schermo statunitense (o meglio e' sbarcato gia' dal 03 aprile) la megaproduzione The Borgias, frutto di una collaborazione tra USA, Ungheria e Irlanda. Non c'e' che dire: tra intrighi di corte, congiure, omicidi e storie d'alcova, la dinastia orginaria di Xativa e salita al potere nel XV secolo, prima con papa Callisto III e poi con il piu' noto Alessandro VI, fornisce materiale in abbondanza per uno sceneggiato.
In una Roma rinascimentale interamente ricostruita negli studi di Praga, si aggira un neoeletto Rodrigo Borgia, intento a consolidare il potere temporale di una schiatta appena impiantata nella Citta' eterna. Si tratta di un'operazione non facile, il pontefice deve districarsi tra le ostiilita' degli Aragonesi, che vedono minacciato il trono di Napoli, e le mire espansionistia della Francia. Nei panni del pontefice di Valenza troviamo il celeberrimo Jeremy Irons, che mi pare tuttavia molto lontano da come ho sempre immaginato il papa di Valenza, certamente meno rinsecchito (almeno a giudicare dai ritratti) e molto piu' "macho" (i contemporanei lo descivevano come "lo piu' carnale homo"). Avrei anche da ridire sulla scelta dell'attrice che intepreta Giulia Farnese, la scandalosa amante/bambina di Alessandro VI, di cui non ci e' pervenuto alcun ritratto di certa attribuzione, purtroppo, ma che viene descritta come bruna (anche se usava tingere i capelli di biondo!) e in carne. Insomma, tra realta' storica e reinterpretazione della fiction, The Borgias si annuncia come un polpettone che avra' il merito, comunque, di puntare i riflettori su uno dei periodi piu' intensi e interessanti del Rinascimento italiano..

In attesa che il serial sbarchi in Italia, vi lascio al trailer:

5 commenti:

  1. fanno pure le serie tv sui tuoi libri? sticazzi! :)

    RispondiElimina
  2. e toglie quel captcha! :P
    rophed!

    RispondiElimina
  3. @gelo: magari facessero un serial sui miei romanzi! Purtroppo sono incompreso...
    ma se mai dovesse succedere, mi darai una mano nel casting per la scelta delle protagoniste!
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Caro Luca, sono sicura che il tuo sequel (in bocca al lupo ;-)) sia molto meglio! Da quando ho letto il romanzo della Kalogridis sui Borgia, però, per una poco appassionata del genere storico come me, è cresciuto l'interesse anche per il Rinascimento Italiano! Perciò ben venga una serie televisiva...
    Un abbraccio, Emanuela

    RispondiElimina
  5. @emanuela: crepi il lupo per il sequel... nel frattempo credo che verrò contagiato dalla Borgia-mania e mi sciropperò la serie televisiva (non appena sarà disponibile!) a presto

    RispondiElimina