domenica 16 gennaio 2011

HELP! Mi hanno memeizzato! Ovvero, le mie letture del 2010...



Si sta diffondendo su internet con una velocità spaventosa, come uno di quei virus informatici inarrestabili. Si tratta della “memeizzazione”, ovvero della tendenza a passare da blog a blog una lista di domande a cui rispondere. Sono stato tirato in ballo, anzi invocato!, dal buon Gelostellato. Per cui, emergendo dal pantano vischioso della Pigrizia, ecco la lista COMPLETA delle domande e delle risposte!

Quanti libri hai letto nel 2010?

35, più o meno. Anche se tenere un conto preciso è difficile, visto il non regolare aggiormento dello scaffale della mia libreria su anobii.

Quanti erano fiction e quanti no?

Nessuno. A parte che non credo di essere sicuro di conoscere il significato del termine "fiction" applicato a una lettura...

Quanti scrittori e quante scrittrici?

26 scrittori contro 9 scrittrici. Da cosa sarà dipesa questa sproporzione? Probabilmente trovo più naturale immedesimarmi nei personaggi creati dagli autori maschi.

Il miglior libro letto?

Senza dubbio L’impero dei lupi di Jean Christophe Grangé. Si tratta di un thriller ad alta tensione, scritto con grande maestria (e reso ancora più godibile dalla traduzione italiana di Alessandro Perissinotto). La lettura del romanzo mi ha spinto anche a vedere la trasposizione cinematografica, che non mi è affatto dispiaciuta.

E il più brutto?

Un occhio perfettamente blu di Chelesea Cain. In breve, un deludente guazzabuglio.

Il libro più vecchio che hai letto?

Rosso pompeiano, di Nino Marino. Splendido giallo ambientato pochi giorni prima della celeberrima eruzione del Vesuvio.

E il più recente?

Il longobardo, di Marco Salvador.

Quale il libro col titolo più lungo?
Una piccola storia ignobile di Alessandro Perissinotto.

E quello col titolo più corto?

Sultana, un romanzo-polpettone molto godibile, scritto dal Principe Michele di Grecia

Quanti libri hai riletto?

Nessuno, se si esclude la consultazione a testi che mi aiutano a preparare le stesure dei miei libri, e a cui ritorno spesso, come i libri di Maria Bellonci.
Anzi, no. Ho riletto da poco “Il sistema periodico”, la bellissima raccolta di racconti di Primo Levi.


E quali vorresti rileggere?
Il Gattopardo. Un capolavoro assoluto della letteratura italiana. L’


I libri più letti dello stesso autore quest’anno?
I romanzi di Alessandro Perissinotto. In poche settimane mi sono sparato la trilogia della psicologa indagatrice Anna Pavesi.

Quanti libri scritti da autori italiani?

Una buona quota! Venti italiani su un totale di 35 libri. Sono convinto non solo che sia solo importante leggere gli autori italiani, ma anche acquistare e leggere i libri della media- piccola editoria.

E quanti dei libri sono stati presi in biblioteca?

Nessuno. Non avrei la pazienza di restituire, il che non sarebbe carino.

Dei libri letti quanti erano ebook?

Uno: 31 ottobre di Glauco Silvestri. Un bel romanzo, e se volete potete scaricarlo anche voi, ciccando qui!

Ecco, sono arrivato in fondo alla lista. Alla fine, devo ammettere che è sempre utile riflettere su quello che si è scelto di leggere. Quindi, grazie a Gelo dell'invocazione, e dell'opportunità.

6 commenti:

  1. bravo, bravo...
    invocare me è meglio che invocare uno spirito :)
    è però tu leggi robba interessante eh...
    io invidiare un po' te
    ma anche io nel 2011 leggerò roba interessante
    spero :)

    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Hai ragione è stata proprio efficace l'invocazione sciamanica:)
    tu non invidiare me, però, perché io avere troppo poco tempo per leggere.
    Infatti, attualmente mi sono buttato sulle raccolte di racconti...
    a presto!

    RispondiElimina
  3. è stata peggio di una spagnola questa memeizzazione

    L'impero dei lupi e il gattopardo mi mancano:-)
    seguirò il tuo esempio:-)

    RispondiElimina
  4. @ferruccio: hai proprio ragione! Una vera epidemia informatica... però è bello sbirciare nella libreria del blogger accanto!
    Buone letture e a presto!

    RispondiElimina
  5. ahahahah non conoscevo il fenomeno della memeizzazione... anche perchè sono "nuova" del mondo dei blogger! Complimenti Luca per il blog!

    RispondiElimina
  6. @Elena: anche io non sapevo nulla della memeizzazione :). Vedi, non si finisce mai di imparare. Grazie dei complimenti e benvenuta!
    A presto

    RispondiElimina