mercoledì 10 giugno 2009

Nero nella Roma dei Borgia

Il 14 giugno del 1497, Giovanni Borgia, duca di Gandia, viene trovato morto sulle rive del Tevere, nei pressi dell'Ospedale San Giacomo. Giovanni è un uomo giovane, brillante, imparentato con il re di Spagna e, soprattutto, è il figlio prediletto di Rodrigo Borgia, salito al soglio di Pietro con il nome di Alessandro VI.

Chi può aver voluto la morte di Giovanni?

Le sorelle Elena e Michela Martignoni cercano, nel loro romanzo Requiem per il giovane Borgia, di dare una risposta a questo interrogativo.

Il libro è stato tradotto in Spagna e ha avuto un grande successo editoriale.

La ricostruzione storica è estremamente accurata, frutto di una attenta documentazione. Personaggi affascinanti come Sancia d'Aragona, i membri della famiglia Orsini, Cesare Borgia ancora cardinale di Valenza, si muovono sullo sfondo di una Roma piena di fascino e di contraddizioni. Tuttavia, a fronte della precisa ricostruzione storica, risulta a volte difficile (o almeno lo è stato per me) provare un riverbero delle passioni che agitano i protagonisti della storia. Una piccola pecca per un romanzo altrimenti perfetto.

Nessun commento:

Posta un commento